Dichiarazione sulla schiavitù moderna

Johnson Matthey riconosce che siamo responsabili dell'impatto delle nostre attività commerciali sulle persone che lavorano per o con noi e sulle persone all'interno delle comunità in cui operiamo. Agiamo in base a questa responsabilità usando la nostra influenza per promuovere e proteggere i diritti umani di tutti coloro con cui lavoriamo e al fianco.

Johnson Matthey sostiene, e si aspetta che tutti i nostri fornitori supportino, i principi definiti nelle convenzioni fondamentali dell'Organizzazione internazionale del lavoro, le Nazioni Unite ('UN') Global Compact e Principi guida delle Nazioni Unite su imprese e diritti umani. A seguito del Royal Assent of the Modern Slavery Act in data 26 marzo 2015, Johnson Matthey ha lavorato per migliorare il suo approccio per affrontare la schiavitù moderna e aumentare la responsabilità della catena di approvvigionamento.

La nostra Dichiarazione sulla trasparenza in materia di schiavitù moderna e traffico di esseri umani stabilisce come ci stiamo comportando su questa importante questione ei nostri piani per costruire su tali azioni in futuro.

Dichiarazione sulla schiavitù moderna di Johnson Matthey Plc per FY 2018/2019 è realizzato per conto di Johnson Matthey Plc e delle società del suo gruppo (Compreso, ma non limitato a, Johnson Matthey Davy Technologies Limited, Johnson Matthey Precious Metals Limited, Macfarlan Smith Limited e Tracerco Limited).

Rendiconti attuali e archiviati

Scarica l'attuale o qualsiasi dichiarazione archiviata sulla schiavitù moderna e sul traffico di esseri umani di Johnson Matthey Plc.