Elettromagneti (solenoidi) sono ampiamente utilizzati oggi in un'ampia varietà di applicazioni di attuatori e sensori. Gli elettromagneti sono economici, ma anche assetati di energia - tuttavia, molte delle loro applicazioni sono giustificate e sono la soluzione tecnica del nostro tempo.

però, soprattutto quando si tratta di alta densità di imballaggio, ingegneri e sviluppatori di sistemi si scontrano ripetutamente con i limiti di ciò che è fisicamente fattibile. Un gran numero di solenoidi nel minor spazio possibile è esclusivamente accompagnato da compromessi impopolari. La ragione di queste limitazioni è il funzionamento fisico del solenoide stesso:

In senso stretto, un solenoide è una bobina cilindrica con avvolgimenti attaccati uno accanto all'altro, attraverso il quale scorre una corrente elettrica omogenea. Questo flusso di corrente genera un campo magnetico che mette in moto il nucleo. Questo campo magnetico è generato in tutte le direzioni e, ad alta densità di bobine posizionate, provoca massicci accoppiamenti induttivi.

Il posizionamento preciso o il rilevamento ottimale diventano impossibili. Lo stesso effetto fisico che mette in moto un elettromagnete ne definisce anche i limiti in un'applicazione. Il calore generato ad alta densità di imballaggio merita anche un'attenzione particolare nello sviluppo di sistemi microelettronici affidabili.

Soluzione ad alta efficienza energetica per movimenti più rapidi con densità di imballaggio elevate:

Attuatori piezoelettrici

Utilizzando l'esempio dei sistemi di selezione ad ago singolo, i vantaggi degli attuatori piezoceramici vengono facilmente dimostrati:

L'attuatore piezoceramico beneficia di numerosi vantaggi fisici (rispetto ai solenoidi) nella selezione elettronica dell'ago singolo: basso fabbisogno energetico, eliminazione del raffreddamento un tempo necessario, il design compatto e il posizionamento a velocità molto elevate consentono elevate densità di imballaggio. La lunga durata di oltre un miliardo di cicli di commutazione, combinata con la massima affidabilità, completano questo campo di applicazione delle nostre soluzioni di attuatori in modo orientato al cliente.

Johnson Matthey Piezo Products progetta e produce moduli SITEX per la selezione elettronica di aghi singoli nelle macchine tessili per maglieria circolare sin dagli anni '80.

Dagli anni '90, i nostri selettori ad aghi piezoelettrici sono stati apprezzati nelle macchine Jacquard, Macchine Raschel e macchine per maglieria in ordito. In tutte le aree della selezione elettronica dell'ago, la nostra tecnologia intorno alla ceramica piezoelettrica è stata in grado di compensare gli svantaggi dei solenoidi e fornire in più una maggiore produttività, la migliore efficienza energetica con la massima affidabilità.

In queste condizioni ambientali impegnative, i sistemi piezoelettrici sono la soluzione ad alta efficienza energetica per i movimenti più rapidi con densità di imballaggio elevate. Efficienza, l'elevata affidabilità e l'elevata durata delle tecnologie basate sulla piezoceramica sono effetti collaterali dei nostri sistemi innovativi. In stretta collaborazione con i principali produttori di macchine tessili, sviluppiamo continuamente soluzioni individuali che soddisfano le esigenze dei nostri clienti e garantiscono la massima produttività.

Un modulo SITEX®, utilizzato all'interno di macchine tessili circolari a maglia, è costituito per esempio dal componente "Piezoelectric ceramic bending actuator", parti meccaniche ed elettronica di guida. Facoltativamente possiamo aggiungere un computer di controllo al sistema. Lavoriamo a stretto contatto con i nostri clienti per ottenere la migliore soluzione possibile per le loro esigenze.